Vota il mio blog

sito

sabato 25 dicembre 2010

Parole al Microscopio

Presepe di Stefano da Putignano custodito nella Chiesa del Carmine in Grottaglie

Il nome Natale ricorda la nascita di Gesù Cristo, il 25 dicembre. Esso veniva messo all'inizio dell'età cristiana a coloro che nascevano in quel giorno. Ci sono però diversi santi che portano questo nome, per cui uno può festeggiare il suo onomastico anche il 21 agosto, dedicato a san Natale di Casale Monferrato, o il 1° dicembre, festa di san Natale prete a Roma. In questo giorno cade anche la festa di santa Natalia di Cordoba, protettrice delle donne di nome Natalia o Natalina.
L'origine di questo nome risale al latino natale(m), che significa "giorno della nascita". I cristiani usarono la parola Natale(m) per il giorno della nascita di Cristo. Con Natalis i cristiani indicavano anche il giorno della morte di un martire o di un santo, considerato il primo giorno della vita eterna.
Forme straniere femminili sono Natalie (francese e tedesco), Nathalie (inglese) e Natascia (russo).

mercoledì 22 dicembre 2010

Il fantasma del Natale passato

"Vorrei tanto tornare indietro, ai Natali passati insieme, con la mia famiglia, quando eravamo piccoli e le giornate d'avvento le passavamo in campagna.
Ricordo la mia casa, quell'albero di Natale di pino vero, con appesi i mandarini, poche cose inutili, ma ci faceva felici. Ricordo le volte che ci mettevamo sul letto, io e i miei fratelli, a guardare la tv. Si, questi Natali voglio ricordare, quando tra noi c'era serenità.
Com'erano belli i Natali degli anni '80-'90!
Mio desiderio è che possa tornare nel cuore dei giovani d'oggi, quella sensazione che dovrebbe significare: 'Oggi è Natale, auguri!'
Mi sono portata dietro il mio bagaglio carico di speranza e ricordi, tutta questa strada con le mie forze: Sono reduce dei Natali degli anni passati...
...come non provare nostalgia per i Natali di una volta, quando gli abeti che addobavamo erano veri e odorosi di resina! Quando i papà avevano più tempo da dedicare ai bambini e insieme si andava a cercare il muschio nei boschi per il presepe, mentre le mamme restavano a casa a preparare i tipici dolci natalizi, spandendo nell'aria fragranze deliziose.
Quando si cantava canzoni come 'Tu scendi dalle stelle, astro del ciel' ce ne siamo dimenticati!
Bello il Natale con le letterine sotto il piatto di papà, che iniziavano sempre con le stesse parole: "Caro Gesù Bambino, ti prometto che sarò più buono".
E gli zampognari esistono ancora?
Ricordo che attendevamo con trepidazione alla porta e li ascoltavamo suonare guardando con stupore quegli strani strumenti...
...del resto, chi ha più tempo per fermarsi ad ascoltarli, presi come siamo dagli affanni quotidiani?
'Ninna nanna, La notte Santa' erano queste le poesie che annunciavano l'arrivo del Natale.
Quando aspettavamo la sera del Natale per mettere il Gesù Bambino nel presepe e mangiare i cioccolatini appesi all'albero. L'atmosfera del Natale era così magica che predisponeva gli animi alla bontà e chi aveva litigato, coglieva l'occasione per rappacificarsi: solo perchè era Natale!
Erano tempi in cui i bambini credevano ancora a Babbo Natale..."

sabato 18 dicembre 2010

L'albero di Natale di papà











Ecco il mio papà alle prese con l'addobbo dell'albero di Natale.





Credetemi è un grande evento perchè in tanti anni della mia esistenza quì sulla Terra è la prima volta che lo vedo fare da lui.
Di solito i classici soggetti erano mamma e mio fratello Cibbo.

Questo, credetemi, è un evento da immortalare!!!!

lunedì 6 dicembre 2010

Carissimi,
non vi ho abbandonato!
Il fatto è che si avvicina Natale e ho tante cose da fare. Appena posso vi posterò un sacco di ricette, film, libri musica e i miei lavoretti di ricamo. Non ci crederete, ma mentre vi scrivo sono impicciata a scegliere la carta più adatta per ogni regalo e il nastro più fine.
Non vi ho abbandonato, vi voglio tanto tanto bene!

lunedì 29 novembre 2010

Caro Babbo Natale
con le parole ho tanto scherzato
e con i ” Voglio ” parecchio giocato.
Lungo è l’elenco di tutti i doni :
Non è che nel Tempo Tu ci abbandoni ?…
Tu che voli vicino alla Luna
porta a chi legge tanta fortuna.
Tu che voli vicino alle Stelle
dona a chi soffre le più luminose e belle.
Quando sarai vicino al Sole
rubagli un raggio che riscaldi ogni cuore.
Babbo Natale della mia Terra
perché gli uomini giocano sempre alla guerra ?
Porta alle genti un po’ di ragione :
tutti i potenti faranno attenzione.
Donaci un po’ di progresso
perché qui mai è stato in eccesso……
Cenere e carbone non li portare
perché Lux non ha a che fare :
cucino dolci tutti i dì
proprio sul forum cliccando “Son qui !”
Porta amore a chi non l’ ha
in un cestone colmo di ogni felicità.
Dona agli amici un caldo sorriso
e agli ignoranti né pianto né riso…….
Tu che voli là dove il cielo è più blu
fammi un favore :
Pensaci Tu !!

domenica 21 novembre 2010

Ci troviamo quasi a fine anno e giorni fa ho ricevuto un e-mail che mi ha fatto pensare.
Eccola qua:

SCOPRI di vivere nel 2010 quando:
1. per caso batti la tua password sul microonde
2. sono anni che non giochi al solitario con carte vere
3. hai una lista di 15 numeri di telefono per chiamare una famiglia di 3 persone
4. mandi una mail al tuo collega che ha l'ufficio vicino al tuo
5. hai perso contatto con i tuoi amici o familiari perchè non hanno indirizzo e-mail
6. arrivi a casa dopo il lavoro e rispondi al telefono come se fossi ancora in ufficio
7. fai lo zero sul tuo telefono di casa per prendere la linea
8. sei al tuo posto di lavoro da 4 anni ma hai lavorato per 3 imprese diverse
10. tutte le pubblicità tv hanno un indirizzo web sullo schermo, in basso
11. vai nel panico se esci da casa senza il cellulare e torni indietro a riprenderlo
12. ti alzi la mattina e la prima cosa che fai è accendere il PC prima di bere un caffè
13. provi ad aprire il portone di casa con il badge dell'ufficio
14. stai leggendo questo testo, sei d'accordo e sorridi
15. peggio ancora, .......sai già a chi rimandare questa e-mail
16. sei troppo occupato per accorgerti che non c'è il numero 9 in questa lista
17. subito guardi il messaggio per vedere se c'è o no il numero 9 nella lista

CONSIGLIO : Quando sei in crisi perchè, al lavoro, niente va come vorresti, fai questo: fermati ad una farmacia e compra un termometro rettale 'Johnson&Johnson' (proprio questa marca, non altre!) Aprilo. ..... Leggi le istruzioni. ..... Troverai questa frase :
ogni termometro rettale della Johnson & Johnson è stato personalmente provato nella nostra fabbrica! Ora, chiudi gli occhi. Ripeti ad alta voce per 5 volte: 'sono felice di non lavorare nel reparto controllo di qualità di Johnson & Johnson' . Ora ridi! rimanda questo messaggio ai tuoi amici. Ne muori dalla voglia e ricorda sempre che ....... ci sono lavori peggiori del tuo...

giovedì 18 novembre 2010

Passeggiata autunnale

E' da un po' che non v'intrattengo con il mio amore per l'autunno.
Viste le previsioni disastrose anche per questo fine (ed inizio della prossima) settimana,l'altro ieri non potevo farmi scappare l'occasione di fare quattro passi nei dintorni dove lavoro, approfittando delle temperature non ancora rigide e dei caldi colori autunnali.
Un giretto breve ma intenso (di emozioni, non di fatica!) mi hanno trasportato nei colori di questa stupenda stagione.
Questa piccola passeggiata autunnale mi ha portato in
piccoli angoli di paradiso che percorro con piacere quasi tutti i giorni.
Il viale alberato, quasi spoglio delle loro foglie e sparse per tutto il marciapiede, lasciate lì a colorare il grigio del pavimento. Dopo quattro passi arrivare in una chiesa, dove magicamente appare l'ombra di un albero, simbolo di vita. Pare che la natura non ti abbandoni mai, nemmeno quando arrivi in una struttura fatta di mattoni.
Poi ritornare indietro, e ritrovarsi ancora con l'aria che ti assale. Respiri tutti i profumi che nascono in questa passeggiata mattutina. Affacciarsi in strada e notare come il sole albeggia flebile. Godersi gli ultimi momenti prima che tutto riscaldi e toccare con mano una panchina ancora fredda. Percorrere il sentiero, arrivare ad un angolo compiaciuti di questa freschezza che libera la mente ed entrare a lavoro.
L'autunno per me è riflessione, contemplazione dei colori che cambiano e stringersi accoccolati nei primi maglioni di lana e il tepore dell'ultimo sole sul viso che regala sorrisi.
Ci sono momenti, però, in cui i pensieri diventano preoccupazioni e senti che il cuore batte in modo agitato ansioso senza ascoltare i tuoi respiri e i tuoi bisogni, in cui la tua vita sembra fare dei passi senza di te e ti lascia quello strano senso di vuoto di chi non riesce a starle dietro... in quei momenti faccio un tuffo nella natura ... Passeggiare in silenzio finchè il battito del mio cuore diventa suono, ritmo dolce e sento di nuovo un sorriso nascere. Un pic-nic colorato,correre,ascoltare l'acqua,camminare...
Frammenti di una passeggiata autunnale

lunedì 8 novembre 2010

Carissimi blogisti,
ieri mi sentivo molto perla di bouronne, così ho creato una nuova torta. L'ho chiamata "torta mapo". L'aspetto è molto rassicurante e il sapore è stato soddisfacente. Appena me ne convinco la posterò e mi direte, spero, cosa ne pensate.

Buona giornata e buona settimana lavorativa

lunedì 1 novembre 2010

Cosa non si fa per gli amici!

Carissimi bloggisti,
è propio vero che gli amici fanno tutto per accontentarci.
Ecco cosa mi è accaduto:
La mia cara amica Rosmary ha posato per me!
Di recente ho fatto fare delle magliette con su scritto il nome del mio blog, uno sfizio che ho voluto fare per i miei amici e anche per pubblicizzare.
La mia dolce Rosmy ha prestato la sua immagine per farmi contenta.
Eccola quì sorridente mentre sfoggia la mia maglietta.

domenica 31 ottobre 2010

Guardate quanto sono originali questi americani!!!

Questa foto me l'ha inviata con un mms mio fratello.

Ho voluto subito postarla pechè troppo simpatica

e poi spiega quanto sono patiti e bravi.

Bisogna riconoscerlo.

sabato 23 ottobre 2010

I famosi punti Barilla

Quanti di voi si ricordano i famosi punti Barilla?
Beh, io di quei punti ne ho incollate un'infinità.
Infatti, mia mamma, con la scusa che mi faceva giocare, mi teneva buona buona sul tavolo con adesivo e forbice a ritagliare i punti, contarli e incollarli sugli schedari.
A quei tempi era un divertimento per noi bambini, cresciuti senza playstation, con i cartoni dei Puffy 24 ore su 24.
Non ricordo per quanti anni mamma li ha raccolti, ma fatto sta che a casa ci ritroviamo di tutto. Questo piatto è solo un piccolo cimelio, perchè mamma prese di tutto di più: piatti piani, piatti fondi, insalatiere, spaghettiera, i piatti da portata per pesce e carne, padelle, ... insomma TUTTO!!
Ora, ci ritroviamo una grande catasta di oggetti con la farfallina e di colore blu, che mia mamma gentilmente ha conservato per quando mi sposo.
Che carina, vero? Per risparmiare ha conservato per me tutta quella roba e me la consegnerà come corredo! A mio marito presenterò vecchi piatti accomodati come dote e non bei piatti raffinati per le nostre cene romantiche!
Cosa si può dire di più...

lunedì 18 ottobre 2010

Per fortuna ci sono gli amici che ti confortano!


Per fortuna ci sono gli amici. Si!

Dopo la brutta esperienza della macchina ferma sui binari un pò di consolazione ci vorrebbe!

Anche se devo ringraziare il mio grande amore Antonio che mi è stato vicino durante questa esperienza bizzarra e inquietante allo stesso tempo, finalmente arriva la carezza di un'amica che ti solleva da ogni paura.

Oggi sono andata a trovare la mia cara amica Rita e dopo aver visto il mio blog e l'avventura della macchina, mi ha consolato con dei dolcetti fatti da lei. Ragazzi, cosa posso dire: erano una favola! Tanto che me li sono portati un pò a casa e mi ha fatto dono anche di un barattolo di marmellata alle prugne e uno di salsa di peperoni. Appena ruberò la ricetta vi prometto che gusterete le sue specialità! Non vi racconto cosa stava preparando... non posso darvi anticipazioni. Se siete curiosi visitate il suo blog:

sabato 16 ottobre 2010

Ok! Ho appena postato la storiella di prendere la vita in maniera leggera e che delle cose che ci accadono bisogna vedere il bicchiere mezzo pieno, e non mezzo vuoto.
Bene! Propio ieri il destino mi ha dato l'opportunità di mettere in atto questa teoria.
Ieri verso le 13:30 la vecchia macchina di papà ha fatto capricci mentre andavo a lavoro. Praticamente si è fermata vicino ai binari di un casello, solo Dio sapeva quanto ho rischiato!

Ecco, ho fatto la foto:


Una persona caritatevole mi ha aiutato a spostarla dal pericolo e poggiarla nei pressi del casello, in modo che le altre auto potevano circolare. Ancora Ringrazio lo sconosciuto soccorritore.

In un primo momento, in quell'attimo di panico, mi sono messa a piangere, poi, dopo l'aiuto ricevuto, mi sono fatta una risata! So che non era opportuno, ma penso che dovevo sdrammatizzare per non farmi prendere dall'ira.

La paura vera è stata quando sono ritornata la sera a casa e spiegare tutto a papà. Invece, per fortuna, sembra aver compreso tutto, ma questa cosa me la toglierà dal mio budget mensile!

Vedete sempre il biccchiere mezzo pieno e non mezzo vuoto!

giovedì 14 ottobre 2010

L'arte di arrangiarsi




Sorseggiando stamattina un buon tea pensavo a come sarebbe bella la vita se tutto fosse semplice e ottenere tutto senza fatica. Questo purtroppo non è possibile, almeno per noi poveri umani. Solo i ricchi hanno la facoltà di godersela... diciamoci la verità!

Dico questo, perchè fin dai miei primi passi lavorativi ho capito che per ottenere ciò che si vuole bisogna sudare, lavorare e non perdere mai di vista l'obbiettivo che si vuole raggiungere. E' grazie ai sogni che si continua ad andare avanti nella vita.
Io, per esempio, sono il classico tipo che per ottenere ciò che voglio preferisco passare non per le scorciatoie, ma dalla via più lunga, in maniera onesta e decorosa.
Ho trovato un bellissimo lavoro, che mi piacerebbe mantenere per il resto della vita. Mi soddisfa e mi gratifica, soprattutto. Però questo comporta dei sacrifici, perchè per poter mantenermi in questo periodo di prova vendo torte ad amici e conoscenti. Questo mi consente di mettere la benzina per quei giorni di magro che sono costretta ad affrontare. Purtroppo la vita è fatta così, non è crudele, ma devi saper combaciare l'ago della bilancia in tutte le cose che si prentano. Come dicevo in uno dei miei post: "bisogna saper vedere non il bicchiere mezzo vuoto, ma bisogna saper vedere il bicchiere mezzo pieno".

Questo l'ho appreso da uno dei miei vecchi film che guardo con piacere. Era Totò che all'ufficio dell'anagrafe si spacciava, balia, badante, muratore,... di tutto solo per poter lavorare.
La fatica non ci deve spaventare, se l'obbiettivo che si raggiunge realizza tutti tuoi sogni!

martedì 5 ottobre 2010

Carissimi amici blogghisti,
ho preparato una bellissima sorpresa per voi!
Un piccolo pensierino per ringraziarvi di avermi cliccato
e visitato la mia creatura multimediale


Aprendo lo scrigno,
troverete:




Una penna con su l'effige del mio caro blog.





Grazie a tutti della cortese simpatia al mio blog!
Lux
Tabella delle quantità indicative
con riferimento ad oggetti
di uso quotidiano


Tazza (la comune tazza per caffelatte da 3/4):
una tazza di semola= 450g;
una tazza di zucchero= 600g;
una tazza di riso arborio= 600g.
Tazzina (la comune tazzina rasa da caffè):
una tazzina di semola= 45g;
una tazzina di zucchero= 60g;
una tazzina di riso arborio= 60g.
Bicchiere (il comune bicchiere di vino da 1/2 di litro):
un bicchiere di semola= 150g;
un biccchiere di zucchero= 200g;
un bicchiere di riso= 200g.
Bicchierino (il comune bicchierino da liquore):
un bicchierino= 50ml.
Cucchiaio (il comune cucchiaio raso da minestra):
un cucchiaio di semola= 10g;
uncucchiaio di grana grattugiato= 5g;
un cucchiaio di zucchero= 15g;
un cucchiaio di pangrattato= 10g;
un cucchiaio di liquido= 10g;
10 cucchiai= 100ml.


Cucchiaino (il comune cucchiaino raso da caffè):
un cucchiaino di semola= 4g;
un cucchiaino di sale fino= 5g;
un cucchiaino di lievito in polvere= 4g;
un cucchiaino di cannella= 2g.
Noce:
Una noce di burro equivale a 20g circa.


Pizzico:
piccolissima quantità di condimento specialmente in polvere
(sale, pepe, ecc...);
talvolta si dice anche punta
(una punta di sale, di mostarda, ecc...).


Q.b. (quanto basta):
indica una quantità oggettivamente necessaria.


A.p. (a piacere):
indica che la scelta della quantità è lasciata
alla discrezione personale.




sabato 2 ottobre 2010

Oggi è la classica mattinata d'autunno!
Stamattina sono uscita e c'era un tempo bellissimo, il sole splendeva sui tetti del mio paesino. Poi, mentre ci accingevamo a pranzare, il cielo si è annuvolato e hanno vomitato fuori tutta l'acqua che contenevano!
Ci stiamo innoltrando in un fitto autunno, quindi attenzione come vestite, gli sbalzi di temperatura variano nel corso del giorno, quidi vi conviene portarvi una giacca autunnale o di cotone, per provvedere a venti improvvisi che provocano spesso raffreddori.

Apparte questo oggi mi è capitato di comprare delle mozzarelle senza la sua acqua, così ho preso il mio fido telesette, e i suoi consigli, e ho cercato il modo migliore per conservarle. Infatti basta immergerle in una terrina con acqua e latte delle stesse parti, pare che non perdano il loro sapore.

venerdì 24 settembre 2010

L'esperienza m'insegna

Da quando avevo nove anni che mi cimento nei fornelli. E' sempre stata la mia passione più grande, oltre al ricamo, l'uncinetto è altro. Ho cominciato amalgamando le classiche ciambelle casalinghe, date dalla ricetta della mamma. Poi, piano piano, mi sono evoluta in cose più impegnative. Oggi, per esempio ho fatto una mia vecchia ricetta: la torta alla nutella. E, modestamente parlando, mi è venuta una meraviglia! L'esperienza mi insegna che i dolci non vengono lasciati al caso o alla consistenza dell'impasto. Questi sono piccoli consigli che potrete seguire e non sbagliare mai.
  • Aggiungere sempre un pizzico di sale nell'impasto dei dolci, verrà più saporito;
  • Seguite sempre la ricetta originale, se l'impasto verrà troppo liquido, non importa, non è la farina che fa lievitare o cuocere il dolce;
  • Non affidatevi hai tempi di cottura, ogni forno ha i propi tempi, controllate sempre se è cotta con uno stuzzicadenti e affidatevi al vostro olfatto, il profumo vi aiuterà a capire se è da sfornare;
  • Se usate una teglia a cerniera, imburratela bene dai bordi della legatura, perchè può colare l'impasto nelle parti da comporre.

venerdì 17 settembre 2010


Per le mie preparazioni di carne, di pesce, per alcuni salse o risotti, uso sempre un tipo di vino molto alcolico, ma adatto in cucina... sottolineo solo in cucina!


Uso "Fontana Candida", composto da uve molto corpose e fruttate, dal retrogusto di mela verde e agrumi provenienti dalle campagne di Frascati.
Lo potete trovare in tutti i comuni supermercati e enoteche.

Da quando uso questo elisir le mie pietanze sono irraggiungibili e divine!

mercoledì 15 settembre 2010

La mia zucca

Il mio babbo mi ha fatto un bellissimo regalo.
Una settimana fa mi ha donato una bellissima zucca grande circa 50 cm.
All'inizio era verde, ora pian piano sta diventando arancione, il suo classico colore.
Ecco le foto:



Con questa realizzerò un sacco di ricette che spero gradirete!

lunedì 13 settembre 2010

- Per eliminare dai gamberetti in scatola quello sgradevole sapore di "conservato", lasciateli a bagno per circa 15 minuti in mezzo bicchierino di sherry a cui avete aggiunto 2 cucchiai scarsi di aceto.
- Quando si prepara un piatto qualsiasi, che sia un primo, un secondo o altro, non abbondate mai con il sale perchè è più facile aggiungere che toglierne.
E ancora, approposito di sale, anche negli impasti dolci è bene metterne sempre un pizzico: vengono più saporiti.
-Se, dopo aver infilato l'anello, le vostre dita si sono gonfiate a causa del caldo, immergete la mano in questione in una ciotola d'acqua ghiacciata e lasciatela a bagno fino a quando potrete sfilare l'anello: un aiuto in più potrebbe darvelo il sapone, provate quindi ad insaponarla.

sabato 11 settembre 2010

Le stagioni della frutta e della verdura

Ogni prodotto ha la sua stagione : ecco alcuni esempi…
Consumare i prodotti di stagione vuol dire che l’alimento conserva alto valore nutritivo e buon sapore, oltre che comportare risparmio, che con i tempi che corrono non guasta……


Asparagi : marzo, aprile, maggio.
Capperi : settembre, ottobre, novembre.
Carciofi : gennaio, novembre, dicembre.
Carote : dal mese di febbraio al mese di ottobre.
Cavolfiori : dal mese di gennaio al mese di dicembre.
Cipolle : dal mese di aprile al mese di settembre.
Cetrioli : dal mese di maggio al mese di settembre.
Fagioli : luglio, agosto, settembre, ottobre.
Fagiolini : dal mese di maggio al mese di ottobre.
Funghi : dal mese di giugno al mese di novembre.
Melanzane : dal mese di giugno al mese di settembre.
Olive : settembre, ottobre, novembre.
Peperone: dal mese di giugno al mese di novembre.
Piselli : dal mese di aprile al mese di giugno al mese di ottobre.
Sedano : dal mese di aprile al mese di ottobre.
Zucca : dal mese di agosto al mese di dicembre.
Zucchine: dal mese di maggio al mese di ottobre.
Albicocche :
giugno, luglio.

Angurie : luglio, agosto.
Arance : dal mese di gennaio a maggio ; novembre e dicembre.
Kaki : ottobre, novembre.
Castagne : ottobre, novembre, dicembre.
Ciliegie : maggio, giugno, luglio.
Fragole : dal mese di aprile al mese di agosto.
Kiwi : dal mese di gennaio al mese di maggio ; novembre e dicembre.
Lamponi : dal mese di giugno al mese di ottobre.
Mele : dal mese di gennaio al mese di maggio ; dal mese di agosto al mese di dicembre.
Meloni : luglio, agosto, settembre.
Mirtilli : luglio e agosto.
Noci : settembre, ottobre, novembre.
Pere : dal mese di gennaio al mese di aprile ; dal mese di luglio a dicembre.
Pesche : giugno, luglio, agosto, settembre.
Ribes : giugno, luglio, agosto.
Susine : giugno, luglio, agosto, settembre.
Uva : agosto, settembre, ottobre.

venerdì 10 settembre 2010



Per evitare l'odore sgradevole del pesce quando fate le alici sotto sale usate, per pulire, una miscela diluita con acqua e aceto, e poi passarli comunemete con i vostri prodotti di fiducia.

Se ancora non vi convince, in un pentolino fate bollire la stessa miscela, vedrete che gli odori spariranno, grazie al fumo prodotto e dopo aver arieggiato nella stanza.

martedì 7 settembre 2010

lunedì 6 settembre 2010

Stamattina sul terrazzo, fra le mie piante di basilico, ho trovato una foglia gemella.
Spero mi porti fortuna per il futuro, ne ho molto bisogno!
Soprattutto domani.
Fatemi gli auguri!

domenica 5 settembre 2010

La Corrida
Stasera si è svolta la corrida a Francavilla Fontana (BR).
E' stata un'esperieza unica, anche perchè ha partecipato il mio fidanzato Antonio: mi sono divertita da matti.
E' vero quando dicono che ridere fa bene!
E' un consiglio che dò a chiunque, e miraccomando fatelo! Non importa quale età voi abbiate, l'importante è farlo... voi non sapete: ma sai quante persone, facendo così, hanno risparmiato soldi per dottori e medicine?
Presentazione di Antonio con intervista.
Ha cantato il brano di Gianluca Grignani 'Destinazione Paradiso'

Durante l'esibizione



Durante l'esibizione

I primi tre arrivati in finale



La consegna delle medaglie ha tutti i partecipanti


La vittoria di Edmondo Galeone.

Un tenore che ha cantato 'Un amore così grande'

Complimenti! Una stupenda voce, ricorda quella di Luciano Pavarotti!






La foto con il vincitore



Ritratto della medaglia

Ritratto alla fine della manifestazione con la medaglia

Ricordate sempre che quando partecipate a queste manifestazioni non dovete farlo con spirito combattivo o competitivo, ma bisogna farlo per arricchire il vostro bagaglio della vita. Bisogna sorridere se si perde, perchè la più grande vittoria è essere scelti per parteciparvi. La vittoria, è risaputo, non porta a nulla. L'esempio eclatante è Sanremo: quanti cantanti sono arrivati primi e nessuno li ha mai ascoltati? Quì sono solo feste paesane estive, ma è bello e importante comunque perchè il più bel dono che ci ha fatto Dio è il sorriso... è la vita.